Quando mi domandano cosa faccio nella vita, raramente rispondo che sono uno scrittore. Eppure, dopo qualche anno e diverse incertezze, ho preso a definirmi tale. L'ho fatto per alcune ragioni che ho scelto di spiegare qui.

Il primo motivo è che la scrittura è, da ormai otto anni, parte della mia routine lavorativa sotto forma di copywriting.

Il secondo motivo è che, da una paio di anni a questa parte, la maggior parte delle cose che scrivo le scrivo, pagato, per riviste e testate con cui ho la possibilità di collaborare (se ti interessa sapere quali sono e cosa ho scritto per loro, ho raccolto tutti link in questa sezione del sito).

Il terzo e ultimo motivo per cui oggi mi considero uno scrittore è che con sempre maggior costanza mi sono dedicato ad affinare lingua, stile e tecnica narrativa scrivendo racconti, reportage e dedicandomi a esperimenti narrativi di vario genere. Quelli usciti sul mio blog sono raccolti nella sezione Racconti.