1000 parole per raccontare uno dei registi più enigmatici della storia del cinema. Le ho raccolte per SPNS

Jean-Luc-Godard

Ci sono tanti modi per raccontare un personaggio famoso. Su SPNS hanno pensato che il modo migliore per farlo fosse quello di chiedere agli autori del profilo di raccogliere 1000 sue parole. Le più significative, folli, interessanti. Insomma le 1000 parole che meglio lo descrivono.

Io ho scelto Jean-Luc Godard, perché è uno dei registi che amo di più. E poi le sue dichiarazioni non sono quasi mai banali. E poi ha diretto dei film stupendi.

E insomma, questo è quello che significa essere Jean-Luc Godard.

“Il filosofo e il cineasta hanno in comune un certo qual modo di essere e vedere le cose, che poi è quello di una generazione intera”.
Il maschio e la femmina, 1966.